img1
img2
img3

SOCIALNETWORK


Daily Fashion report

La chiesa di Santa Maria del Carmine (Cupani)

Vicino alla frazione di Cupani e di Petrisi, troviamo un’altra chiesa eretta in onore di S.Maria del Carmine. Questa chiesa sembra essere stata rappresentativa del paese intero, visto che in passato la sua sorte e le varie decisioni, sono state discusse pubblicamente da tutti, senza particolari “ patriottismi “. Per esempio, una volta quando si doveva riparare l’edificio, si tenne una riunione pubblica ed intervennero tutti i cittadini. All’interno della chiesa, sembra sia avvenuto un miracolo che c’è stato tramandato nel tempo. Il miracolo è avvenuto ad un devoto della Madonna che si chiamava Carlo Ariani di Cupani. Gli venne tirata volutamente da Lucio Stocco, suo nemico, “un’archibugiata”( lo sparò ) . Un proiettile lo colpì nella bocca e gli aprì una profonda ferita e l’altra lo colse nel petto. Quest’ultima appena toccò lo scapolare della Santa Vergine che gli pendeva dal collo, rimase attaccata al medesimo senza ferire la persona. Una volta guarito, consapevole della grazia ricevuta, si recò nella chiesa ed appese accanto all’altare della Madonna del Carmine, l’abitino già logoro dalla palla di piombo attaccata. Troviamo a fianco, una cisterna per assicurare la provvista dell’acqua, una delle pochissime che si trovano a Scigliano. Curiosa e suggestiva, la posizione di quest’ultima che sovrasta una collinetta tra gli ulivi e si affaccia sul fiume Bisirico.

Restaurata nel XVI secolo è ciò che resta di un edificio più grande di cui ancora si possono osservare le mura. La facciata della chiesa ha un intonaco rosa ed è segnata da otto lesene. Il portale è imponente ed è disegnato da due lesene scanalate. Sulla destra il campanile è a base quadrata. La chiesa è tenuta in buone condizioni, ma anche in questo caso, non è sempre accessibile e inoltre è difficile da raggiungere. Si trova lontano dal paese e si può vederla lì isolata, quasi da ogni parte del paese.

Share